tecnica arvigo massaggio addome

Tecnica Arvigo ® e il massaggio dell’ addome

La mia testimonianza riguardo il massaggio dell’addome con la Tecnica Arvigo ®,

antica arte Maya per stimolare la circolazione del sangue e dei fluidi.

Vi racconto di come ho conosciuto la Tecnica Arvigo ® o The Arvigo Techniques of Maya Abdominal Terapy® (ATMAT) per apportare grandi benefici tramite il massaggio addominale.

Si è trattato di un vero e proprio colpo di fulmine (credo ne esistano di tanti tipi e non soltanto amorosi).

Un incontro fortuito, un nome e una tecnica che hanno continuato a ritornare nei miei pensieri.

La prima volta che ho sentito questo nome è stato ad un corso di formazione sul trattamento della cicatrice da parto, l’ho segnata sul quaderno degli appunti con la promessa che avrei cercato notizia online.

L’ho fatto, anche se nel frattempo era passato un altro anno.

Nel sito arvigotherapy.com viene descritta così: “l’Arvigo Therapy® si fonda su un’antica disciplina Maya in cui veniva proposto un massaggio addominale, non-invasivo.

Questa disciplina stimola la circolazione del sangue e degli altri fluidi presenti nell’area addominale, sostenendo l’ottimale funzionalità del sistema digestivo e riproduttivo.

Questa pratica può essere applicata a donne, uomini e bambini. L’Arvigo Therapy® incorpora un approccio olistico atto a raggiungere e mantenere salute e benessere.

Semplicemente trattando la persona da un punto di vista fisico, emozionale ed energetico”.

Mi incuriosiva, mi richiamava. Così ho deciso di iscrivermi al corso “Self Care”, il primo step di approccio a questa tecnica.

tecnica arvigo massaggio addome

Tecnica Arvigo del massaggio all’ addome

Ho portato a casa più di quanto immaginassi.

Non solo la tecnica di massaggio dell’addome da fare su di me ma soprattutto un risveglio nell’anima e nello spirito che ha trovato energia e spinta a partire dall’utero.

Ho sperimentato come la forza uterina è dentro noi femmine, sempre. L’ho sentita durante il parto, questa forza generatrice, questa potenza e l’ho ritrovata entrando in contatto con l’utero attraverso questa pratica.

Alla fine del weekend scrivevo:
“La mia forza è il mio utero. Ogni creatività e determinazione nascono dalla mia essenza femmina, dal mio utero.

Mi lascio guidare dalle intuizione che nascono dalla connessione profonda con lui. Ad ogni donna dico: Ispirati, apriti, genera e agisci”.

 

La Tecnica Arvigo ® è diventato un indispensabile e piacevole rituale di conoscenza e consapevolezza personale.

 

Ogni sera, da più di un anno, prima di dormire mi massaggio la pancia, toccando l’utero e tutti gli altri organi riproduttivi, l’intestino, il fegato, lo stomaco, stimolando così anche al circolazione del sangue e dei fluidi corporei.

 

Ho imparato a sentire il mio utero, le sue “stagioni” durante il ciclo mestruale, ho imparato a sentire il fegato quando si appesantisce, l’intestino quando è irritato o concentrato nel suo lavoro immunitario o quando invaso dalle emozioni.

 

I benefici del massaggio dell’addome, non sono stati solo su un piano spirituale e personale.

Li ho sperimentati anche nel corpo:

  • Il ciclo mestruale è diventato regolare, non troppo abbondante nè scarso, non più doloroso quando ero abituata ad assumere l’antidolorifico,
  • L’ ovulazione si è fatta più marcata.
  • La digestione ne ha giovato, per me che soffrivo di mal di pancia da quando ero piccola.

Credo che una delle più potente medicine, se non altro preventiva, sia la cura di sè. E in questo la Tecnica Arvigo ® può insegnare moltissimo alla donne.

Vi lascio con una citazione della dott.ssa Rosita Arvigo, da cui prende nome la tecnica, che riassume ciò che ho sperimentato al corso e continuo a sperimentare ogni sera.

“Il bacino femminile è un potente trasformatore di energia; il punto focale della creazione attraverso cui l’energia creativa universale crea il suo disegno e fluisce. Ma tutto questo dipende dall’equilibrio presente nel sistema”.

Cit. Dott.ssa Rosita Arvigo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi