sesso in gravidanza

Fare l’amore in gravidanza fa bene!

Fare sesso in gravidanza: valorizza e difendi questo spazio unico della coppia.

Il questo articolo vi spiegherò perché fare l’amore in gravidanza fa bene e senza alcun rischio per il bambino.

Vi dirò anche il perché è fondamentale farlo non solo per la salute della coppia ma anche del bambino.

Infatti in una gravidanza fisiologica, ossia in salute, è fondamentale mantenere attiva la vita sessuale, in armonia con il proprio desiderio.

In gravidanza il corpo cambia, per effetto degli ormoni, da molti punti di vista.

Rispetto alla sessualità, conoscere tali cambiamenti aiuta a vivere la stessa con più serenità.

 

Vediamoli:

  • Il progesterone, ormone principe della gravidanza, tende a ridurre il desiderio sessuale.
  • Gli estrogeni invece creano una congestione vascolare dei tessuti genitali: vale a dire che i tessuti sono spontaneamente più morbidi e accoglienti.

 

È quindi facilitata la lubrificazione e, l’elasticità e il raggiungimento dell’orgasmo, se la donna è sessualmente coinvolta.

Buona notizia quindi, la gravidanza sarebbe addirittura un momento per godere appieno.

 

Fare sesso in gravidanza ha i suoi benefici.

 

Il senso di benessere che viene raggiunto nel fare sesso in gravidanza, unito all’orgasmo, fa aumentare i livelli delle endorfine nell’organismo, sostanze che fanno bene a tutti, ma ancor di più alle donne incinta.

 

Ovviamente anche il bambino in pancia godrà di questa sensazione di globale benessere della madre.

 

Il rapporto sessuale è poi un’ottima palestra per i muscoli nel bacino, il perineo, che si attiva durante il coito e si rilassa dopo l’orgasmo: una piacevole  ginnastica preventiva in vista del parto.

 

È bene sapere che durante o dopo l’orgasmo, l’utero si può contrarre.

Queste contrazioni, dovute al rilascio di ossitocina grazie all’orgasmo, sono di breve durata e non dolorose.  

 

Ai corsi di accompagnamento alla nascita dico sempre che queste contrazioni sono una “palestra” per l’utero e il bambino per provare le contrazioni del travaglio.

Sono perciò contrazioni positive, che non portano alcun pericolo per il bambino se la gravidanza procede in salute.

 

Quando fare l’amore in gravidanza non fa bene?

Le vere controindicazioni al rapporto sessuale sono tutte situazioni che implicano una diagnosi clinica.

Vuol dire che, a fronte di problematiche che vedremo tra poco, i rapporti sessuali devono essere stati controindicati dall’ostetrica o dal ginecologo che stanno seguendo la gravidanza.

 

L’astinenza dal fare sesso in gravidanza è da rispettare nel caso di rischio di parto prematuro, contrazioni ante tempo oppure nel caso la placenta sia previa.

 

In queste situazioni è controindicata la penetrazione che non vuol dire astinenza completa, anzi.

 

fare l'amore in gravidanza posizioni

Fare l’amore in gravidanza ecco le Posizioni consigliate

 

Vi invito a riscoprire altre forme di intimità erotica, comunque appaganti per la coppia, che mantiene un complessivo stato di coinvolgimento e benessere per entrambi.

La sessualità in gravidanza può essere quindi reinventata ed è in costante evoluzione, di pari passo alla crescita della pancia.

Può essere l’occasione per esplorare modalità diverse di stare insieme nell’intimità sperimentando posizioni laterali, a loto, a carponi o in piedi che consentono di vivere il rapporto sessuale senza il timore di pressioni inopportune sull’addome.

 

Date adito alla fantasia e lasciatevi guidare dal corpo rispetto alle posizioni che vi creano fastidio.

 

Per i compagni, l’unico consiglio è quello di condurre il rapporto sessuale in modo delicato e di tenere presente la variazione di libido che è spesso presente in gravidanza.

Diventare genitori può essere uno dei momenti più belli per una coppia, fa parte della vita della coppia stessa, ne è integrazione e per questo la gravidanza dovrebbe essere vissuta con la massima armonia e complicità, anche sessuale.

Perciò, fare sesso in gravidanza fa bene!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi