ostetrica montebelluna e Treviso

"My Midwife's Hand" - by Amanda Greavette

Dott.ssa Giulia Simioni, ostetrica a domicilio

Con te, in studio e a domicilio

ostetrica a domicilio giulia simioni

Perché la scelta di diventare un’ostetrica a domicilio?

In realtà non esiste una ragione precisa e mi è sempre difficile spiegare perché ho scelto di fare l’ostetrica.

Ricordo un aneddoto della mia infanzia che probabilmente è il fatto scatenante di questo mia forte propensione:

In occasione delle tristi visite in ospedale a nonni e parenti, prima di tornare a casa, mia madre mi portava sempre a vedere i bimbi al nido appena nati.

Era un momento di gioia, quando noi invece eravamo a stretto contatto con l’altro estremo della vita.

Ho sempre pensato quanto fosse bello poter lavorare così a stretto contatto con la nascita, con la potenzialità dell’essere e del divenire.

E così la professione dell’ostetrica mi ha chiamata.

Laurea in ostetricia nel 2012

Mi sono laureata alla facoltà di ostetricia presso il Policlinico Universitario di Padova nel 2012, un titolo sul curriculum ma ben lontana dal sentirmi ostetrica.

Non ero la professionista che volevo, ero esclusivamente dedita alla routine e alla tecnica, senza il dovuto contatto con le pazienti.

Volevo aumentare e migliorare il legame emotivo con le donne e i loro bambini.

Progetto Erasmus in Finlandia

L’esperienza del progetto Erasmus in Finlandia durante l’università, a Oulu, 150km dal circolo polare artico, mi ha aperto gli occhi su un tipo di assistenza alla donna differente.

Lì, ultimo baluardo prima del grande nord, ho capito realmente cosa vuol dire “autonomia dell’ostetrica” nella gestione non solo dell’evento nascita ma anche, e soprattutto, di tutto il percorso della maternità all’interno dal reparto di ostetricia, alla sala parto e al reparto dedicato al dopo nascita.

Dove la figura professionale dell’ostetrica è l’unico punto di riferimento per la salute materno-infantile e dove i medici sono concentrati a curare la malattia.

Ho capito che il mio lavoro poteva essere fatto molto diversamente da come mi avevano insegnato.

Specializzazione presso la Scuola di Arte Ostetrica di Firenze

Forte di questa convinzione, mi sono specializzata presso la Scuola di Arte Ostetrica di Firenze, dove ho appreso i reali strumenti dell’ostetrica: l’ascolto, le mani, l’intuizione e le evidenze scientifiche.

Lì sono morta come studentessa e rinata come ostetrica, decidendo anche di diventare ostetrica libera professionista, così da potermi occupare delle mie pazienti durante gli incontri a domicilio, aiutandole ad affrontare la gravidanza e le numerose decisioni che incontreranno lungo il loro percorso.

Decisioni come:

  • la scelta di affrontare il parto naturale in casa, dando a vostro figlio la possibilità di nascere a casa come si faceva un tempo
  • la scelta di farsi ricoverare per cominciare il travaglio in ospedale
  • oppure di fissare la data in cui volete far nascere vostro figlio con parto cesareo programmato.

Sono numerose le problematiche da affrontare, l’importate è esser consapevoli di poter contare sulla professionalità e le conoscenze di un’ostetrica a domicilio che è sicuramente motivo di tranquillità per i futuri genitori, soprattutto per le mamme, anche dopo la nascita del bimbo.

Amo stare a contatto con le donne e le loro storie, amo prendermi cura di loro, essere per loro occasione di confronto e ascolto, amo i bambini e le bambine rispettati fin dal loro essere celati e portati dalle loro madri, amo i neonati così vulnerabili eppure così complessi e perfetti, amo la potenza dell’essere femmina.

Amo la macchina della natura che porta al concepimento, al nutrimento di una nuova vita dentro la vita, al parto, all’allattamento e al crearsi di quel legame, tutto particolare, tra un figlio e la propria madre.

L’ostetrica professionale che è anche madre

Nel 2014 entra nella mia vita Alice, la mia bimba. Forte come una guerriera decide di farmi diventare madre.

L’esperienza della maternità sicuramente mi sta segnando, come è ovvio, mi permette di sperimentare e vivere ciò che so nella teoria: la gravidanza, il travaglio, il parto, l’allattamento, la cura…

La parte che considero davvero entusiasmante e altresì stancante è quella educativa: Alice ha risvegliato in me una forte curiosità verso la pedagogia attiva e i “metodi” educativi, uno su tutti, quello montessoriano.

Mi ha fatto capire quanto è importante mettersi sempre, fin dall’origine della vita, dal punto di vista dei bambini e delle bambine, quanto i loro bisogni possano essere guida per il nostro agire come genitori e anche come ostetrica.

© Copyright 2017 - OstetricaMente, Dott.ssa Giulia Simioni | P.Iva 04704730268 | Powered by Frpweb